Stefano e San Valentino

UNA TELEFONATA BIZZARRA

Qualche giorno fa, ho telefonato al mio amico Stefano per sapere come stava e, parlando del più e del meno, durante la conversazione, gli ho detto che l'anagramma del suo nome è nefasto.

Questa notizia non l'ha presa molto bene: ho sentito la sua voce incrinarsi ed il suo umore inclinarsi, così mi sono sentito un po' in colpa; allora gli ho fatto notare che un altro anagramma di Stefano è festona, ovvero accrescitivo di festa. Fu così che l'ho sentito decisamente risollevato, fino a dimenticarsi del primo anagramma.

Successivamente, ho avuto la pessima idea di dirgli anche l'anagramma del nome della sua fidanzata: quando ha saputo che da Sonia si ottiene asino, mi ha sbattuto il telefono in faccia.

Due giorni dopo, doveva sostenere un colloquio di lavoro e gli hanno chiesto un possibile anagramma del suo nome.... Mi ha subito chiamato per ringraziarmi: l'avevano assunto in banca!

Dimenticavo: della sua fidanzata non ho più saputo nulla...

CURIOSITA'

Il 14 Febbraio, come tutti sanno, si festeggia San Valentino. Non trovo occasione migliore per ricordarvi che l'anagramma del nome Marisa è amarsi.

Indubbiamente, a volte l'amore bisogna inventarlo: sarà un caso che un possibile anagramma di Valentino è invèntalo? E se Romeo fosse donna e si chiamasse Romea, quest'ultimo nome sarebbe l'anagramma di amore...

Per finire, Nando è anagramma di donna, ma qualcuno preferisce danno. Io non sono tra quelli...

Alberto Burrometo

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGIO