Il nome dei nomi: Dio

Mille domande possono sorgere a proposito dei nomi. Dopo aver parlato del primo uomo e della prima donna, ci si può chiedere da dove nasca il nome Dio.

Nell'ebraico biblico compare il termine Elohim, che sembra essere una variante di nomi semitici, quali Ilu, dio assiro-babilonese , o El, dio hittita . Altro termine è Yahweh, generalmente trascritto come Yehovah (Geova), considerato il "sacro tetragramma", perché quattro sono le lettere dell'alfabeto che lo compongono, che sembrano essere l'abbreviazione di "Yahweh asher yihweh", cioè "Egli è colui che è" (Esodo, III 14): tale nome è impronunciabile e viene sempre sostituito nella lettura e nella preghiera da Adonai (Signore).

Più semplici sembrano essere le cose per le culture derivate dall'indoeuropeo, dove si postula una radice div, che sembra designare lo splendore (attributo ineliminabile del divino) e che dà origine a termini composti da diu, dieu, zeu: Zeus è infatti il nome del padre degli dei greci, il cui genitivo è Diòs: e, secondo questa parentela, oltre che a Dio (it), Dieu (fr.), si arriva anche al latino dies, cioè "giorno", in quanto "momento della luce": linguisticamente da "dio" a "giorno" il passo è breve!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGIO