Svezia, rifiutato il nome Q al figlio

Una coppia svedese, frustrata dal rifiuto delle autorità locali e della giustizia del loro Paese di accettare il nome "Q" proposto per il neonato, ha presentato ricorso alla Corte suprema per far valere il diritto di chiamare il figlio come desidera.

La scelta del nome Q, spiegò la coppia in occasione dell'udienza di primo grado lo scorso settembre, fa riferimento al personaggio dei romanzi e dei film di James Bond-007, il geniale inventore di armi e gadget del servizio segreto di Sua Maestà. In gennaio la richiesta fu respinta anche dalla corte d'appello di Sundsvall, nel centro della Svezia, con la motivazione che un nome composto di una sola lettera è "inappropriato".

Nel loro ricorso alla Corte suprema la coppia spiega che il nome da loro scelto, per quanto bizzarro, non è meno appropriato di altri nomi stravaganti accettati e riconosciuti dalla giustizia svedese. "Se il nome Q è a tal punto brutto e pericoloso da essere peggio di altri nomi come C:Son, Barbapapà, Elvis o Metallica, allora deve essere motivato", si legge nell' istanza di ricorso, su cui campeggia una Q cubitale. "C'è al momento un bambino che risponde al nome di Q. Che ci guadagna la Svezia obbligandolo ad adottare un nuovo nome?", vi si legge ancora.

08 maggio 2009 - Articolo tratto da IlMessaggero.it
8 Maggio 2009

Leggi tutte le news sui nomi: clicca qui

NEWSLETTER
SONDAGGIO