I nomi delle automobili

Enzo Caffarelli, esperto di nomi e onomastica, ha scritto un libro che si intitola "I nomi delle automobili" (in vendita su Amazon) dove racconta come nascono i nomi delle auto e che cosa significano.

Il libro tratta in modo approfondito l'origine dei marchi aziendali e dei nomi delle singole vetture degli ultimi 100 anni di storia dell'auto.

Come nasce il nome di un'auto, ossia quali sono il suo significato e la sua motivazione? Ogni scelta, ogni nome – si legge nella presentazione – sono collegati alla cultura, al sentimento, alla fantasia, alla politica del loro periodo.

Molte le curiosità del libro, ad esempio: perchè molte case straniere decidono di dedicare i loro modelli (Capri, Cortina, Sorento) a località italiane? Come e quando è iniziata la tradizione dei nomi dedicati ai venti per la Maserati e dei tori per la Lamborghini?

Maserati Levante
La Maserati Levante: alcuni modelli Maserati sono ispirati ai nomi dei venti

Il volume si sviluppa a partire da un capitolo introduttivo sul mondo estramenente complesso dell'onomastica automobilistica e da un capitolo che raccoglie alcune curiosità legati a marchi celebri.

Il terzo capitolo si occupa dei marchi aziendali, perlopiù corrispondenti ai nomi dei costruttori.

Il successivo entra nello specifico repertorio delle case automobilistiche più note, con particolare spazio ai colossi italiani – Fiat, Lancia e Alfa Romeo – confrontandoli tra loro e con numerose case straniere per verificare in particolare la maggiore propensione per nomi di fantasia, voci tratti dal lessico, semplice numeri o sequenze alfanumeriche.

Il quinto capitolo specifica le fonti di attinzione dei nomi individuali dei modelli, una grande varietà di voci tratte dall'onomastica (toponimi di ogni tipo, nomi personali, aggettivi etnici di popolazioni, alterazioni o combinazioni del marchio aziendale, nomi mitologici) o dal vocabolario (nomi di animali, vènti e fenomeni atmosferici, indicatori di velocità, potenza, leggiadria e altre qualità) o dalla fantasia dei costruttori, con un ampio paragrafo dedicato all'uso della lingua italiana in campo automobilistico internazionale.

Il sesto si occupa delle strategie nelle scelte dei nomi, mentre l'ultimo capitolo presenta le parole chiave più avanzate dell'onomastica automobilistiche e porta ogni indizio utile a dimostrare il peso crescente del nome nelle scelte aziendali.

Il testo portante è arricchito da dieci box detti "repertori", dove sono elencati, tra gli altri, i nomi più popolari delle vetture, i nomi dei prototipi mai entrati in commercio, il significato dei cognomi-marchio, i cognomi che corrispondono a nomi di automobili, le denominazioni di centinaia di colori che arricchiscono da qualche anno i listini delle case, ecc...

15 marzo 2018 - Lo staff di Nomix.it

LEGGI TUTTE LE NEWS

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGIO