La hit dei nomi: Maria batte Jessica

Maria negli ultimi dieci anni si è presa una bella rivincita su Jessica; mentre Giuseppe cala ancora e non riesce a vendicarsi di Alex, Nicholas, Michael, Manuel, Christian e Thomas. Si potrebbero fare studi di sociologia e forse anche di psicologia e linguistica attorno ai principi che governano la scelta di un nome per il proprio figlio o la propria figlia. Di certo raccontando come i genitori di oggi e quelli di ieri, nel comune di Venezia, hanno deciso di chiamare i loro bambini si apre una finestra sulle nostre tradizioni, le nostre mode e perfino le nostre debolezze...

Il sito. E' da pochi giorni disponibile, nel sito dell'Ufficio Statistica del Comune di Venezia (www2.comune.venezia.it/statistica/news.asp, sotto la voce "curosità"), un nuovo motore di ricerca che permette di interrogare l'anagrafe cittadina e sapere quali sono i nomi e i cognomi più diffusi, in tutto il comune o nelle singole zone (centro storico, estuario e terraferma), secondo la nazionalità italiana o straniera e anche per singole fasce d'età.

Tradizione e originalità. Si scopre così che i nomi si potrebbero suddividere in tre categorie: i sempreverdi, adatti per chi si vuole inserire nel solco della tradizione; gli "stranieri", per chi cerca una certa originalità, pescando lontano nello spazio, o gli "anticotti", per chi pesca lontano nel tempo. Su questo terreno si accendono improvvise mode, che possono durare un decennio o anche di più, ma anche solo una manciata di anni.

Giulia e Maria. L'improvviso innamoramento per il nome di Giulia, ad esempio, è prodigioso non solo per la rapidità del suo sorgere, ma forse anche per la sua durata: da due decenni è al primo posto tra le femmine in comune; tre decenni fa era al 17º posto e quattro decenni fa al 69º. Ma ben difficilmente il primato di Giulia durerà tanto quello di Maria, che ha resistito ai vertici per secoli, prima di entrare nella centrifuga della post-modernità.

Boom del decennio. Prima di Giulia le mode duravano un decennio: c'è stata il boom di Elisa (tra chi oggi ha tra i 21 e i 30 anni), ma prima ancora era toccato a Silvia (31-40 anni); il decennio precedente era stato quello di Marina, quello prima ancora era stato dominato da Daniela. Tra i maschi i "primatisti" di un tempo - Stefano un cinquantennio fa, Roberto il decennio precedente, Giorgio quello prima ancora - sono oggi scivolati tra 20º e 73º posto.

A prendere il loro posto sono oggi soprattutto nomi "anticotti" tornati in auge, tra cui anche diversi nomi della tradizione ebraica e cristiana che erano rimasti nell'ombra per decenni se non secoli (Samuele, Elia, Tobia, Barnaba...).

Gli esterofili. Sembra stia passando invece la fiammata dei nomi importati con la loro grafia dall'estero, sull'onda delle serie tv. E' negli anni tra il 1977 e il 1986 che Jessica, Marika, Pamela, Nicole, Deborah, Jenny, Consuelo, Katiuscia, Ilenia, Samantha, Sarah - con i loro parenti maschili Manuel, Christian, Thomas, Alex, Michael, David - sfondano il muro dell'italianità: e Venezia non è stata da meno. Ma nello stesso tempo resistevano ancora Damiano, Fabrizio, Emiliano, Moreno e Pasquale.

I nomi stranieri. E oggi? Oggi sono più le bambine italiane che si chiamano Ilenia che quelle che vengono dall'Est europeo. E a fianco di Matteo e Giulia si siedono i loro compagni stranieri Ion (romeno), Alì, Mohamed (di origine islamica), Maria (si usa così anche nell'Est europeo), Elena e Tatiana. I cinesi sono tanti, ma ognuno ha un nome diverso, così non risalgono le classifiche; salvo quando si chiamano Marco, un nome che gli asiatici apprezzano particolarmente. Il nome straniero più corto è Md. E attenzione, perché se trovate scritto Lyubov - è un nome russo - vi trovate di fronte a una donna. A scorrere la lista si trovano tanti dei nomi importati negli anni scorsi e già adottati in Italia: Tatiana, Natalia, Tamara, Olga, Vera, Irina, Anastasia, Victoria, Vanessa...

Tra tutti i veneziani. Se si fotografa la situazione oggi, mettendo nel calderone tutti i veneziani senza distinguere l'età, tra i maschi vince il nome Andrea (3518 persone), seguito da Marco (3349) e da Roberto (2862); più indietro Giovanni (2824), Alessandro (2730), Paolo (2716), Francesco (2596), Giuseppe (2484), Giorgio (2360) e Stefano (2289).

Tra le femmine è indiscusso il primato di Maria (4889 persone), seguito da Anna (2417) e Francesca (2082); più indietro Paola (1929), Laura (1908), Elena (1716), Silvia (1681), Daniela (1487), Giulia (1456) e Chiara (1452). Ma la "classifica", se si va avanti così, è destinata a cambiare nel giro di pochi decenni. Se la giocheranno, con ogni probabilità, Anna, Elena, Giulia e Chiara. Ne riparliamo tra vent'anni.

Il primo tra i nomi di origine e grafia straniera è Manuel, all'81º posto (321), seguito da Christian, 88º (297), i primi nomi di questo tipo arrivati in Italia. Bisogna scendere fino al 99º posto per trovare Thomas (236), che ha superato Rino (100º, 233) e sta per raggiungere Enzo (98º, 245) e Piero (97º, 258).

Tra le donne i nomi di origine straniera non hanno ancora scalato la classifica: non ne appare nessuno entro i primi 100. Il tempo, per certe cose, è galantuomo...

20 gennaio 2007

Leggi tutte le news sui nomi: clicca qui

NEWSLETTER
SONDAGGIO