Il nome di Babbo Natale

Babbo Natale: perchè si chiama così?

Per scoprire le origini del nome di Babbo Natale occorre partire dal lontano IV secolo d.C. con la figura di San Nicola di Bari. Nicola era noto fin da bambino per le sue doti di pietà e di carità soprattutto rivolte verso i bambini, fu poi vescovo a Myra (Turchia) e venne addirittura considerato santo anche da vivo.
Le sue spoglie da Myra vennero trasferite a Bari dove fu costruita una Basilica in suo onore nel 1087. Il santo iniziò ad essere festeggiato il 6 dicembre dalla Chiesa Cattolica, da quella Ortodossa e da altre chiese minori.

L'origine del nome di Babbo Natale
L'evoluzione di Babbo Natale: San Nicola, Sinterklaas, Father Christmas e Santa Claus

Nei paesi germanici, Sinterklaas (nome olandese di San Nicola) veniva rappresentato da un uomo anziano con capelli e barba bianca, con la stola ed il copricato liturgico rossi. Alla vigilia della festa, Sinterklaas, in sella ad un cavallo bianco, verificava sul grande libro se il bambino era stato buono e lasciava dei piccoli doni.

Parallelamente in Inghilterra nascevano le figure di due personaggi: Sir Christemas, che annunciava l'arrivo del Natale, ma non era vecchio e non portava regali e lo Spirito del Natale Presente nominato da Charles Dickens nel suo Canto di Natale. Col tempo i personaggi si fusero nella figura di un distinto e saggio uomo anziano, solitamente rappresentato con abiti verdi che prese il nome di Father Christmas o Old Christmas. Da qui il nome del nostro Babbo Natale.

Furono però gli americani ad effettuare la trasformazione definitiva a partire dal 1773 quando iniziarono a ironizzare sul Father Christmas degli inglesi. In onore di San Nicola, il vecchietto diventava Santa Claus (americanizzazione di Sinterklaas), era panciuto, guidava una slitta volante trainata da renne, si calava dal caminetto e portava i doni a tutti i bambini del mondo.

Una leggenda metropolitana vuole attribuire l'idea del costume rosso e pelliccia bianca alla Coca Cola (che iniziò ad utilizzare l'immagine di Santa Claus nei suoi spot negli anni '30), ma vi sono numerose testimonianze dell'utilizzo antecedente da parte di altre aziende. In ogni caso Coca-Cola contribuì alla diffusione mondiale della figura "moderna" e stereotipata di Babbo Natale.

Qui di seguito il nome di Babbo Natale e la sua traduzione in 24 lingue.

 

Il nome di Babbo NataleBABBO NATALE
Father Christmas; Santa Claus
Père Noël
Weihnachtsmann ("L'Uomo di Natale")
Papá Noel
Santa Claus; Saint Nicholas; Kris Kringle
Дед Мороз (Ded Moroz, "Nonno Gelo")
Santa Claus
Julemanden
Julenissen
Jultomten
Joulupukki
Djed Božicnjak o Djed Mraz ("Nonno Natale")Sinterklaas
ChristkindΆι Βασίλης ("San Basilio")
Santa Claus, Santy o Daidí na NollagJólamaður
Noel BabaSanta Claus, Santa San
Papai NoelSanta Claus
Papa NoelSan Nicolás

Esistono anche gli aiutanti di Babbo Natale ovvero:

  • Le renne: sono particolari renne volanti che accompagnano Babbo Natale e la sua slitta carica di regali la notte della vigilia (tra il 24 e il 25 Dicembre) attraversando i cieli di tutto il mondo.
  • Elfi natalizi: sono dei folletti vestiti di rosso e verde, vivono con Babbo Natale in Lapponia e lo assistono nel preparare i doni, caricare la slitta e prendersi cura delle renne.
  • I Jólasveinar sono i tredici folletti della tradizione islandese che prima dell'arrivo del Natale combinano scherzi. I loro nomi sono Stekkjastaur, Giljagaur, Stífur, þvörusleikir, Pottaskefill, Askasleikir, Hurõaskellir, Skyrjarmur, Bjígnakrækir, Gluggagægir, Gáttaþefur, Ketkrókur e Kertasníkir.
  • Knecht Ruprecht (Germania), Père Fouettard o Père Fouchette (Francia) e Zwarte Piet (Belgio e Paesi Bassi): sono i nomi del servo moresco di Sinterklaas.
  • Amerigo (Paesi Bassi) o Slecht Weer Vandaag (Belgio) è il cavallo bianco di Sinterklaas.
  • La Befana: è un personaggio della tradizione italiana. E' rappresentato da una brutta vecchietta, somigliante ad una strega, che vola sulla sua scopa la notte tra il 5 e 6 Gennaio portando dolci ai bambini bravi e carbone a quelli cattivi.
  • I Re Magi (Gaspare, Melchiorre e Baldassarre): sono i 3 re che seguono la stella cometa e portano i doni (oro, incenso e mirra) a Gesù Bambino. In Spagna sono loro (los Reyes Magos) che portano i regali ai bimbi il 6 Gennaio.
NEWSLETTER
SONDAGGIO