GITA DI PASQUETTA

È periodo di Pasquetta e per l’occasione abbandoniamo Milano e le sue porte e andiamo a fare una gita fuori porta nelle campagne del Nord-Italia. Più precisamente, andremo alla ricerca di un po’di toponomastica celtica, che ancora testimonia l’origine gallica di molti comuni del Nord-Italia. È vero che basterebbe Milano, ma su questo punto ci torneremo un‘altra volta.

 

La prima tappa obbligata di questo ipotetico pic-nic “archeologico” è la Brianza. Il nome deriverebbe da una radice celtica  che significa altura: briga, imparentato con il bretone brig, il gallese brig,sommità e l’irlandese bri, monte. E simili origine avrebbero Briga, nelle Alpi Marittime, Brescello, il paese immortalato da Guareschi con Don Camillo e Peppone, Brisighella, in provincia di Ravenna. Secondo lo studioso G.B.Pellegrini, anche Seprio (Va)  avrebbe la stessa origine; deriverebbe infatti da segobrigum. Potremmo spaccare questo nome in due: una prima parte, legata all’irlandese seg, forza, al gotico sigis e al tedesco Sieg (vittoria), e un’altra parte, correlata alle  già citate parole Brisa  e simili. Monte Vittoria, quindi, o Monte Forte , o Monforte.

Il nome Arebrigium, in provincia di Aosta (nome composto anche da un altro termine celtico, are, presso, davanti.

La stessa radice la si ritrova in brigante, per il fatto che il brigante vive sui monti, ma anche perché emerge e sovrasta sugli altri (è una sorta di nobile alla rovescia). Molto probabilmente, brigante deriva da una tribù celtica, i Brigantes, abitatori dei monti, ma anche nobili.

Analoga radice, brisa, avrebbero Briançon e, forse, Britannia.

 

Scendiamo a valle, sempre dal punto di vista della topnomastica, e troviamo una Gleno in provincia di Bolzano e un’altra, più tristemente famosa per via della diga, in provincia di Bergamo. Deriverebbe da una radice glenno, valle (cfr. il gaelico scozzese glen, l’irlandese gleann e il gallese glyn. E ancora, il Glen Grant ).

 

 

Molti sono i nomi di luogo che hanno il suffisso –duno: Verduno(Cn), Induno (Mi),Comenduno(Bg), Duno(Va).  Esso deriverebbe da una radice celtica dunum, che significa fortezza, rocca ed e imparentato con l’inglese town, città. Anche Belluno avrebbe la stessa etimologia: Belodunum, Fortezza Splendente (Bel, splendente. Cfr la radice slava bel, bianco).

 

 

Infine, quasi a fare da sintesi, abbiamo Brione(To), Briona(No) e un’altra Brione (Bs), derivanti da brigodunum, altura fortificata.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGIO