L'onomastica

La disciplina che studia le origini dei nomi propri e dei cognomi delle persone, ma anche dei luoghi è l'onomastica, che implica la conoscenza dell'etimologia, cioè lo studio delle origini delle parole. Interrogandosi sui nomi, è possibile scoprire cose curiose.

Come a riguardo dei nomi dei nostri leggendari genitori, Adamo ed Eva. Adamo viene così chiamato da Dio perché nato dalla terra (in ebraico, adama): però potrebbe pure essere vero il contrario, come avviene ad es. in latino con "homo" (uomo) che si riconnette ad "humus" (terra). E' un po' il problema della nascita dell'uovo o della gallina! E ciò vale perfettamente anche per Roma e Romolo: chi dei due si modellò sull'altro?

Tornando ad Adamo, va notato che l'espressione topica "figli di Adamo" equivarebbe a "figli del fango figli della terra": Dio, che spesso così si rivolge ai profeti, vuol ricordare loro l'umiltà delle origini umane e l' enorme distanza che li separa da lui.

Più complessa ancora l'origine del nome Eva. Nella Bibbia (Gen.III, 20) è spiegato come "madre di tutti i viventi, colei che dà la vita", ma potrebbe essere invece la traduzione ebraica del nome della divinità femminile hittita Hebat o del nome greco Ebe, la mitica dea della giovinezza.

Studiando i nomi, insomma, si fa un bell'esercizio di linguistica comparata e si scoprono le analogie tra culture diverse.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGIO